Obiettivi e figure professionali

OBIETTIVI FORMATIVI

OBIETTIVI FORMATIVI

La Laurea magistrale in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale consente allo studente di acquisire:

  • competenze di livello elevato in due lingue straniere
  • strumenti metodologici di analisi testuale e di trasposizione linguistica, nonché conoscenze culturali delle aree geografiche connesse alle lingue studiate
  • principi teorici e applicativi fondamentali di informatica, di linguistica e delle discipline socio-territoriali, economiche e giuridiche, utili per operare nell'ambito della comunicazione internazionale e della cooperazione interculturale.

L'offerta formativa di elevato profilo coniuga insegnamenti linguistici e insegnamenti in ambito economico-giuridico, socio-territoriale, storico e comunicativo-informatico. Nello specifico, il Curriculum in Comunicazione Internazionale prevede gli insegnamenti di Storia e teoria della traduzione, Traduzione specializzata e Linguistica tipologica, oltre che di Geografia interculturale; il Curriculum in Cooperazione Interculturale comprende gli insegnamenti di Sociologia del multiculturalismo, Pragmatica interculturale, Geografia dello sviluppo e Storia delle organizzazioni internazionali euro-asiatiche.

Nel corso di studio in Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale è prevista l'acquisizione graduale di competenze avanzate che si ritengono necessarie per diversificare e mettere a profitto i contenuti in differenti settori lavorativi, in contesti nazionali e/o sovranazionali. Al tempo stesso, è destinata particolare cura al potenziamento di competenze e contenuti finalizzati alla ricerca.
Finalità prioritaria del corso di studio è lo sviluppo di conoscenze linguistiche e metalinguistiche, per fornire allo studente gli strumenti d'analisi di prassi comunicative in contesti professionali. Le attività in aula sono integrate da laboratori didattici che prevedono interventi di esperti esterni provenienti soprattutto da aziende, istituzioni europee e imprese di servizi linguistici, nell'ottica di avvicinare lo studente alla realtà operativa di settori diversi.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI E PROFESSIONALI

Il percorso formativo crea figure professionali flessibili, in grado di assumere funzioni di elevata responsabilità di natura tecnica, di coordinamento, gestione, mediazione, formazione e comunicazione. I molteplici ambiti lavorativi di sbocco sono quelli che richiedono le conoscenze e abilità comunicative sopra descritte, specie in contesti italiani e stranieri caratterizzati da dinamiche di comunicazione internazionale e cooperazione interculturale.
Nello specifico, il Curriculum in Comunicazione Internazionale fornisce competenze utili per la commercializzazione di beni e servizi, le attività associate alle pubbliche relazioni, la redazione e la revisione di testi, l'interpretariato e la traduzione nonché per la ricerca linguistica. Il Curriculum in Cooperazione Interculturale predilige competenze applicabili nella cooperazione allo sviluppo, sia nel terzo settore delle organizzazioni non governative, sia nei settori di cultura, beni ambientali e sviluppo locale delle istituzioni governative centrali e decentrate o nell’ambito dell’integrazione e della tutela delle lingue e culture immigrate.
Al contempo, il corso fornisce le competenze e i crediti richiesti per l'avviamento al percorso di formazione degli insegnanti della scuola secondaria di primo e di secondo grado.

In particolare si segnalano i seguenti ambiti:

  • aziende commerciali, manifatturiere e di import-export;
  • studi professionali e di servizi linguistici;
  • pubblica amministrazione, strutture del volontariato, enti locali;
  • organizzazioni internazionali, settori della cooperazione e degli aiuti allo sviluppo;
  • enti e istituzioni nel settore dell'integrazione economica, sociale e culturale;
  • enti pubblici nell'ambito della tutela delle lingue immigrate e più in generale in rapporto alla legislazione linguistica dell'Unione Europea;
  • istituzioni governative, centrali e decentrate, nei settori della cultura, dei beni culturali e ambientali e dello sviluppo locale, in funzioni connesse al settore della comunicazione e cooperazione internazionale;
  • accesso al percorso formativo per l’insegnamento delle lingue straniere nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

 

SBOCCHI OCCUPAZIONALI E PROFESSIONALI

Il percorso formativo crea figure professionali flessibili, in grado di assumere funzioni di elevata responsabilità di natura tecnica, di coordinamento, gestione, mediazione, formazione e comunicazione. I molteplici ambiti lavorativi di sbocco sono quelli che richiedono le conoscenze e abilità comunicative sopra descritte, specie in contesti a vocazione nazionale e/o internazionale caratterizzati da dinamiche di comunicazione e cooperazione interculturale.
Il corso fornisce competenze utili per la commercializzazione di beni e servizi, le attività associate alle pubbliche relazioni, la redazione e la revisione di testi, l'interpretariato e la traduzione nonché per la ricerca linguistica. Al contempo, il corso fornisce le competenze e i crediti richiesti per l'avviamento al percorso di formazione degli insegnanti della scuola secondaria di primo e di secondo grado.

In particolare si segnalano i seguenti ambiti:

  • aziende commerciali, manifatturiere e di import-export
  • studi professionali e di servizi linguistici
  • pubblica amministrazione, strutture del volontariato, enti locali
  • organizzazioni internazionali, settori della cooperazione e degli aiuti allo sviluppo
  • enti e istituzioni nel settore dell'integrazione economica, sociale e culturale
  • enti pubblici nell'ambito della tutela delle lingue immigrate e più in generale in rapporto alla legislazione linguistica dell'Unione Europea
  • istituzioni governative, centrali e decentrate, nei settori della cultura, dei beni culturali e ambientali e dello sviluppo locale, in funzioni connesse al settore della comunicazione e cooperazione internazionale.
  • Insegnanti di Lingue straniere nella scuola secondaria di primo e secondo grado (accesso al percorso formativo)